Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

the smiths - panic (1986)

(In attesa del restyling del ‘blog’, una nuova versione della rubrichetta ‘songs’. Questa gioiosa ‘novità’  - che nasce essenzialmente perché correggere i compiti di greco è sempre deprimente – che fare se ad aprile si confondono imperfetti con aoristi? - parte dal testo di cui sotto, in cui Morrissey si lamenta che la radio suoni solo canzoni che ‘non dicono nulla su di me e sulla mia vita’. Ecco, le canzoni di questa ‘rubrica’ non dovrebbero essere così)

Chi sono questi: Probabilmente il miglior gruppo inglese di sempre (sì, meglio dei Beatles). Erano quattro, ma il nucleo essenziale era composto da Morrissey (testi e voce) e Johnny Marr (musica e chitarra). Attivi dal 1982 al 1987, hanno raggiunto un livello di scrittura incommensurabile e hanno cambiato la vita di milioni di adolescenti sofferenti. Poi hanno litigato (di brutto) e Morrissey ha fatto capolavori anche da solo, mentre Johnny Marr si è dato ora ai The The ora agli Electronic e resta il più grande chitarrista della sua generazione. Per saperne di più, c’è un libro

La musica: Panic è, essenzialmente, Metal guru dei T. Rex, con in più l’inconfondibile chitarra di Johnny Marr

Le parole: Leggenda metropolitana vuole che alla radio della BBC, subito dopo aver dato notizia dell’incidente nucleare alla centrale di Chernobyl, il dj non abbia trovato nulla di meglio da suonare che la fastidiosa I’m your man degli Wham!. Il ‘panico’ per le strade di Londra, Birmingham, Leeds, Carlisle, Dublin, Dundee, Humberside e in generale nelle città di provincia (il modo in cui Morrissey pronuncia ‘provincial towns’ vale l’intera carriera di un sacco di gente) sarebbe quello dell’incombente inverno atomico. Ma siccome alla BBC di certo non mettono su canzoni che dicano qualcosa di importante ma, appunto, gli Wham!, il ritornello diventa un inquietante ‘impiccate il dj!’ ripetuto ad lib. da un coro di bambini. Geniale.

Cheremone’s corner
: Vaghi ricordi d’infanzia legati al video diretto da Derek Jarman (regista capace di traviare una giovane mente, va detto), ma per me gli Smiths sono stati una scoperta tardiva (1992, There is a light that never goes out e simili)


Pregnanza socio-culturale
: Immensa. A maggior ragione dopo gli attentati londinesi del luglio 2006. Non è infine colpa degli Smiths se i Panic! At The Disco hanno preso il loro nome da qui.


Lo si trova
: su The world won’t listen, una compilation del 1987 (e il  primo disco degli Smiths che ho comprato)

Pubblicato il 23/4/2007 alle 20.56 nella rubrica songs.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web